Come essere rimossi da una Blacklist?

Come essere rimossi da una Blacklist?

Che cos'è una Blacklist?

Le blacklist sono liste di indirizzi IP, mantenute aggiornate e rese disponibili da una serie di server consultabili online da chiunque, in cui vengono elencati gli indirizzi IP fonte di spam. Le blacklist sono un sistema efficace per combattere lo spam e sono utilizzate da molti software antispam. I criteri con cui vengono compilate le liste seguono determine caratteristiche:

  • liste di server messi a disposizione degli spammer;
  • liste di open relay;
  • liste di server abusati a causa di errata configurazione o bug di sistema;
  • liste di classi IP dinamiche, discriminando le classi di IP assegnate ai clienti per le connessioni dial-up da quelle assegnate a server di servizio.

Come si finisce in blacklist?

Se una postazione interna ha preso un virus, uno spyware o un generico "malware" questo, dall'interno, non ha nessuna difficoltà a spedire email al proprio server che potrebbe essere, inconsciamente, uno spammer.

La maggior parte delle volte la causa scatenante è dovuta all'uso di CMS (Wordpress, Joomla!, Prestashop) non aggiornato all'ultima versione disponibile.
Per quanto riguarda i siti che risiedono su hosting condivisi, può succedere che la causa sia dovuta ad un altro sito che condivide lo stesso vostro indirizzo IP.

Quante e quali blacklist ci sono?

Si possono identificare 3 diverse tipologie di blacklist su internet:

  • Blacklist personali
    I singoli utenti possono utilizzare filtri, i programmi antispam e funzionalità integrate nei programmi di posta per aggiungere dei mittenti alle loro blacklist.
    Quando vengono utilizzati questi strumenti, ogni volta che un mittente segnato nella blacklist invia una e-mail a quella persona, il messaggio viene automaticamente bloccato e cancellato. In questo caso, c’è ben poco da fare.
     
  • Blacklist dei provider
    Queste blacklist hanno origine a livello di provider. Ad esempio, se un ISP come AOL o Gmail ti segna come uno spammer, tutti i messaggi inviati a mail gestite da questi provider, verranno bloccati o recapitati con l’avviso di un probabile spam, e nel 99% dei casi, cestinate dall’utente. Quello che si può fare in questi casi, dopo aver risolto il problema che ha causato l'inserimento in blacklist è di trovare il modo di contattare i provider per far rimuovere l'indirizzo IP dalla lista dei loro sistemi anti-spam.
     
  • Blacklist Globali
    Gli utenti, o i server di posta, possono segnalare spam a servizi come questi, i quali poi pubblicano gli elenchi degli host compromessi. E ‘importante notare che gli ISP hanno accesso a queste enormi liste e che potranno incorporare nelle proprie soluzioni di blocco anti-spam, le mail segnalate.

Il processo di rimozione da una blacklist varia a seconda della blacklist in cui ci si trova. Se non riuscire a trovare come fare contattare il vostro gestore del dominio per chidere informazioni in merito.

Come faccio a sapere se sono in Blacklist?

Per verificare se il mail server è stato inserito in qualche blacklist si può effettuare una ricerca online. Per verificare domini e IP, mediante il sito www.dnsstuff.com nella sezione "Spam database Lookup". Con http://mxtoolbox.com/SuperTool.aspx invece  si verifica il solo dominio

Una volta individuato in quali blacklist si è presenti, occorre esserne rimossi. Ogni blacklist utilizza diversi modi per rimuovere un dominio dalla blacklist. Innanzitutto  verificare che il proprio server, le proprie macchine e la struttura hosting del provider siano "a regola d'arte. Eventualmente effettuare scansioni approfondite antivirus alla ricerca delle cause di problemi. Successivamente chiedere la rimozione dalla lista.

Rimozione da Blaclist

La maggior parte dei siti sono in inglese e le istruzioni sulla rimozione sono solo in inglese.
Le procedure di rimozione sono pressoché sempre automatiche quindi è inutile chiedere solleciti o fare altre domande. Ogni sito può avere una procedura di rimozione diversa e indipendete dalle procedure di rimozione degli altri siti. Non esiste altro modo di essere rimossi dalle liste se non quello descritto da ogni singolo sito.

Esempi pratici di rimozione da black list:

barracuda
Per essere rimossi da barracuda bisogna recarsi a questa pagina http://www.barracudacentral.org/rbl/removal-request e compilare la richiesta di rimozione.
Bisogna inserire l'indirizzo del server di posta elettronica (IP), l'indirizzo email, numero di telefono e un motivo per la rimozione.
Verrete tolti di genere entro 12 ore dalla data della presentazione di richiesta.

SpamCop
In questo caso non si può fare una richiesta di rimozione, SpamCop gestisce automaticamente il blocco e lo sblocco degli indirizzi IP. Se SpamCop continua a ricevere segnalazioni di spam per una casaella postale, allora quella casella postale continuerà a rimanere in lista. Se no, allora saranno delistate da SpamCop atuomaticamente dopo 24 ore

CBL
http://www.abuseat.org/lookup.cgi inserite l'IP e vi sarà fornito dal sito le informazioni sul perché l'IP è stato elencato, come correggere il problema che ha causato il blacklisting e un link per l'auto-rimozione.

Spamhaus
https://www.spamhaus.org/lookup/ immettete l'indirizzo IP per verificare se si è nell'elenco della blacklist di Spamhaus, se effettivamente il vostro indirizzo IP è all'interno dell'elenco lo strumento di ricerca vi darà un collegamento esterno (link) con le informazioni su cosa fare. Stessa cosa per i domini; immettete il nome del dominio per verificare se si è nell'elenco della blacklist dei domini di Spamhaus, e in caso fosse all'interno della lista lo strumento di ricerca vi darà un collegamento esterno (link) con le informazioni su cosa fare.